Search:
Sostienici - Parrocchia Olgiate Comasco
23326
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-23326,page-child,parent-pageid-21166,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.9, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Sostienici

Una scelta coraggiosa e responsabile per il presente e per il futuro

Il nostro oratorio: un mezzo privilegiato per l’aggregazione e la formazione di bambini, ragazzi e giovani, ma anche di adulti, attraverso attività che aiutano a concretizzare gli insegnamenti del Vangelo, mettendo in relazione le persone tra loro e con Dio. L’oratorio genera bene per tutti coloro che lo abitano e per la società in cui è inserito, che può contare sulla formazione di nuove generazioni secondo solidi valori.

Tutti traggono del bene da una realtà che educa a principi universalmente validi, non solo da un punto di vista religioso cristiano, ma anche civile. Pertanto, invitiamo tutti a partecipare e contribuire per migliorarla continuamente, ciascuno secondo le proprie possibilità, di tempo, di professionalità o fornendo sostegni economici.

L’oratorio essendo composto anche da strutture, mezzi e materiali è purtroppo soggetto alle leggi del tempo, dell’usura, dell’obsolescenza…

Grazie al vostro aiuto possiamo mantenerlo sempre attivo, energico e al passo con i tempi, perchè possa adempiere nel modo migliore al suo scopo.

logo oratorio
In questa pagina trovi i modi e le iniziative attraverso le quali puoi contribuire a sostenere la parrocchia e l’oratorio,
il NOSTRO Oratorio, che quindi è anche il tuo.
Ti siamo grati fin d’ora per tutto quello che vorrai fare per e con noi!

Tesseramento annuale

Tutti coloro che vivono e collaborano alla realtà dell’oratorio e della parrocchia sono invitati a

tesserarsi all’Associazione di Promozione Sociale Oratorio San Giovanni Bosco

affiliata a “NOI Associazione – Oratori e circoli”,

per alimentare le solide radici che l’associazione fornisce al nostro oratorio.

Il costo è di soli 7 € a persona, con validità per l’anno in corso! Le iscrizioni sono sempre aperte presso il bar dell’oratorio.

Versamento su conto corrente bancario

Un modo sempre valido per contribuire economicamente al sostentamento dell’oratorio è quello del bonifico su conto corrente bancario

 

Per le tue donazioni ti invitiamo ad utilizzare:

 

CONTO CORRENTE BANCARIO
PRESSO BCC CANTÙ
IBAN: IT60 Q084 3051 6200 0000 0300 644

 

Intestato a: Parrocchia ss. Ippolito e Cassiano
via Vittorio Emanuele II, 5

 

Per maggiori informazioni,

rivolgersi all’ufficio parrocchiale.

5 x 1000

Progetto di rifacimento delle strutture dell’Oratorio

“Si è parlato poco in questi mesi del nuovo Oratorio ma si è lavorato molto dietro le quinte”.

Con questa frase don Flavio ha voluto aprire il Consiglio Pastorale tenutosi il 13 settembre 2021 che ha avuto come tema generale l’Oratorio.

Importante ricordare la natura dell’Oratorio ovvero un luogo pubblico e privato: è di proprietà della Parrocchia ma allo stesso tempo è aperto a diverse realtà, quali bambini, giovani, famiglie, anziani e associazioni.

Pertanto: ogni parrocchia è da sempre responsabile della sicurezza della struttura di propria pertinenza, inoltre, è tenuta ad osservare la normativa urbanistica, a dotarsi di un’adeguata copertura assicurativa per tutti i soggetti che frequentano l’Oratorio (incendi, infortuni, responsabilità civile, etc…), a verificare la staticità degli immobili, la manutenzione periodica degli impianti, ad osservare la normativa circa le barriere architettoniche e altre attenzioni che non possono essere date per scontato.

Don Flavio ha ben chiara la priorità ad oggi: la costruzione di un nuovo Oratorio che risponda alle esigenze della Comunità e alle norme di sicurezza.

Grazie al lavoro prezioso compiuto da don Marco, don Francesco e don Romeo, seppure con diverse sensibilità, si è avuto un confronto importante e funzionale con le persone che frequentano l’Oratorio. Animatori, famiglie, catechiste, gruppi, associazioni e tanti altri sono stati coinvolti nel progettare idealmente il nuovo Oratorio. Una la domanda per tutti: “di che cosa abbiamo bisogno?”.

Sono state così individuate alcune strutture necessarie: una sala polifunzionale, alcune aule, una sala per gli animatori e catechiste, un bar, una cucina, uno spogliatoio, un campetto regolare, uno spazio per il gioco libero.

È stato un primo risultato significativo e importante per la comunità: l’Oratorio pensato insieme.

Nel mese di dicembre 2020 è stato ripreso in mano il tutto cercando di delineare una strada possibile verso un progetto reale e fattibile del nuovo Oratorio. Il lavoro di progettazione è iniziato grazie a persone che hanno messo a disposizione le loro competenze e professionalità, quali: un architetto, un ingegnere, un consulente per gli impianti, un consulente amministrativo, don Flavio e don Francesco.

La commissione è assistita dall’Ufficio Amministrativo della Diocesi, direttamente dall’Economo generale, dott.sa Cinzia Ferrari.

La commissione ha il compito di elaborare il progetto e seguirne l’esecuzione, confrontandosi puntualmente con gli uffici di competenza (Curia, Comune, Soprintendenza, Regione). Tutto il mondo è paese e con il profumo di un progetto reale ha portato alcuni nodi al pettine: chi si è improvvisato ingegnere pur essendo muratore, chi pensa che basti qualche camion di sabbia, cemento e mattoni per sistemare l’esistente, chi immagina un oratorio solo in base alle proprie esigenze, chi si è fatto vivo per interessi economici.

La strada verso il progetto definitivo è una strada in salita, va chiarito subito, ma i primi passi sono stati compiuti. Due ipotesi possibili, due fatiche da affrontare:

  1. Oratorio in zona Italplastic:

questa soluzione permette di avere tutto accanto alla chiesa, al centro parrocchiale, alla Caritas, al posteggio. Difficoltà: l’area (23.000 mq) è in liquidazione e in mano a una società. Si attende un possibile acquirente, il quale dovrebbe essere disposto a cedere alla parrocchia circa 5.000 mq bonificati, con possibile scambio dell’area dell’Oratorio attuale. I tempi si delineano lunghi e con la possibilità che il nuovo acquirente non sia disponibile allo scambio delle aree e soprattutto disponibile a impiegare subito soldi per la bonifica. In merito a questo ci sarà una riunione a breve per avere la situazione più chiara.

  1. Oratorio nell’area attuale:

è stata presa in considerazione anche questa possibilità per non rinviare il progetto a tempi troppo lunghi.

Difficoltà: l’area del S.G. Bosco (ex casa del vicario) è vincolata; è stata inoltrata la pratica alla Soprintendenza per chiedere lo svincolo. Non è garantito l’esito positivo. Pertanto il progetto è subordinato alla risposta che si avrà dalla Soprintendenza: se risulta possibile abbattere tutto (soluzione migliore dal punto di vista tecnico ed amministrativo) l’Oratorio avrà una forma adeguata alle esigenze e più consona al terreno a disposizione; se si deve tenere l’esistente ci saranno più spese e qualche difficoltà tecnica.

I prossimi passi da percorrere entro la fine dell’anno saranno: Stabilire dove realizzare l’Oratorio nuovo, in base alle trattative con Italplastic e le conseguenti valutazioni tecniche ed economiche. Presentare un progetto da condividere col Consiglio Pastorale unitamente al Consiglio per gli Affari Economici e prevedere una presentazione anche alla Comunità.

In merito, è importante precisare, che la somma prevista si aggira attorno ai 2,5 milioni di euro: bisognerà valutare come reperire una buona parte del necessario e, se opportuno, procedere in due lotti.

L’Oratorio non è semplicemente una struttura, ma un modo di vivere e di essere comunità cristiana: si è pronti a muovere i passi necessari senza paura, con i tempi giusti, senza fretta ma anche senza perdere tempo, cercando di superare le difficoltà con l’obiettivo di arrivare a un Oratorio funzionale e adeguato alla realtà.

 

Il Consiglio Pastorale

Per ulteriori informazioni, rivolgersi in ufficio parrocchiale.


In Primo Piano